Identikit dell’infedele: quali sono i tratti caratteristici

Purtroppo, molto spesso un investigatore privato a Brescia viene chiamato per casi di infedeltà coniugale. Troppo spesso capita che uno dei due coniugi abbia il sospetto che l’altro lo stia tradendo e che veda qualcuno in segreto. Potrebbe quindi esser utile fare un identikit del traditrice per capire quali sono i tratti peculiari di chi è abituato ad avere relazioni extraconiugali.

I traditori che sono abituati a tradire puntualmente e hanno spesso relazioni extraconiugali, possono esser definiti da un investigatore privato a Brescia come seriali visto la reiterazione del comportamento nel tempo.

Si tratta di persone che non sanno stare in un normale rapporto di coppia a due e, anzi, pensano che sia normale trasgredire di tanto in tanto e farsi delle “scappatelle”. Tengono la relazione a due solo per comodità, per avere qualcuno che si prende cura della casa e di altre impellenze come la spesa etc.

Sono soggetti che non hanno alcun tipo di rimorso e sono anche dei grandi calcolatori. Sono bugiardi nati e si organizzano la quotidianità per no destare alcun sospetto. Il fieni è quello di riuscire a mantenere due relazioni allo stesso momento senza subirne lo stesso perché, dopo tutto, gestire due donne non è così facile come potrebbe sembrare. Entrambi i rapporto richiedono tempo, soprattutto quando ci sono anche dei figli. Tuttavia, quando un investigatore privato a Brescia interviene, nota che spesso i traditori usano scuse plausibili per rientrare tardi la sera, iniziando dal lavoro.

Capita anche che le reazioni extraconiugali inizino per vendetta o addirittura per ripicca. Se la moglie ha avuto una relazione, allora il marito si sente ancora più giustificato a fare altrettanto. Può capitare che il coniuge vada un’altra donna per rivendicare altri tipi di torti ai suoi occhi.

Infine, bisogna mettere in conto che un fedifrago può nascere nel momento in cui la relazione di coppia non va a gonfie vele, c’è insoddisfazione, i due coniugi si allontanano per vari motivi e non si prestano più le attenzioni di una volta. Malattie, l’arrivo di un figlio, lutto e simili possono esse situazioni scatenanti.

Potrebbero interessarti anche...