Sicurezza sul luogo di lavoro: di che cosa si tratta

La sicurezza sul lavoro è di vitale importanza proprio perché da questa può contare la vita di un lavoratore. In questo breve approfondimento, è possibile scoprire quali sono gli obblighi per il datore di lavoro e le differenze principali tra dispostivi di protezione individuale e collettivi.

Gli obblighi per il datore di lavoro

I datore di lavoro è obbligato per legge a una serie di azioni. Per iniziare, deve stilare un documento di valutazione dei rischi, il quale individua i rischi legati all’attività in ogni sua fase. Una volta previsti i rischi, devono essere indicate anche la misure di protezione. Il datore di lavoro deve assicurarsi anche che siano presenti e libere le uscite di emergenza. Fondamentale è anche la revisione degli estintori. Nelle aziende, comprese quelle più piccole, deve esser individuato un responsabile della sicurezza tra i lavoratori.

I dispostivi di protezione individuale

Per quanto riguarda i dispostivi di protezione, si possono distinguere in due categorie: individuali oppure collettivi. La differenza non è difficile da intuire;  quelle di protezione individuarle sono dispostivi che proteggono la singola persona. Ci sono diversi esempi in questo caso come le calzature antinfortunistiche, i guanti, gli occhiali protettivi, i tappi per le orecchie e così via. Tutti i dispositivi di protezione devono esser forniti dal datore di lavoro. Questo significa che il singolo li vedrà forniti dall’azienda senza doversene preoccupare in prima persona.

I dispositivi di protezione collettiva

Quando si parla di dispositivi di protezione collettiva, si fa riferimento a prodotti che servono per proteggere tutti i dipendenti. Anche in questo caso, è possibile fare degli esempi per capire meglio di che cis tratta. Per esempio, è una protezione collettiva il parapetto realizzato per evitare le cadute mentre gli operai lavorano su un tetto.

Nel momento in cui si registrasse un qualsiasi tipo di incidente sul lavoro, gli ispettori verificano minuziosamente se sono stati adottati tutti i dispositivi di protezione necessari. Se non fosse così, il datore di lavoro ne risponde penalmente.

Per info e / o prenotazioni, vai su www.avvocatoimprese.it

Potrebbero interessarti anche...